sabato 30 maggio 2015

Blogger League #23 - PALLE DI NEVE DI CO.

Cos'è la Blogger League?
Un'iniziativa alla quale può iscriversi chiunque possiede un blog, basta lasciare il proprio link qui ed aggiungere il banner nelle vostre home-page. Ogni sabato i membri della League dovranno creare un post nel quale inserire la breve intervista a cui risponderà la blogger di turno, in modo tale da avere tutte la stessa visibilità. E' giusto collaborare tra di noi, per far crescere i nostri blog.
Per dare e ricevere maggior visibilità nell'arco dei sette giorni, si deve inserire nella home un link o il banner del blog della settimana, sarà premura della blogger della settimana controllare che ciò sia fatto. I partecipanti possono creare sui loro blog un post per pubblicizzare l'iniziativa, ci guadagniamo tutti.
In corso d'opera chiunque potrà iscriversi alla "Blogger League".
Per maggiori informazioni potete andare qui

Buon sabato...e buona Blogger League!!!
Scusate la continua assenza del periodo, spero di riuscire ad essere un po' più presente da ora in avanti. Periodo un po' così...speriamo meglio da qui in avanti.
Tornando all'appuntamento della League, questa settimana tocca al blog Palle di neve e Co. di Consuelo...e quindi ecco qui la sua intervista:

Palle di neve di Co.
Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni?
Una sorella minore che ha un fratello maggiore super che per aiutarla farebbe anche le magie; una figlia con due genitori fantastici, li ammiro per come mi hanno cresciuta, mi hanno lasciato libera di conoscermi ma c'erano sempre ad aiutarmi; una studentessa fuori sede (matricola!) di Scienze della Comunicazione il che comporta stress stress e ancora molto stress e anche caffe (!); sono un'amica che -ti fai in quattro per aiutare, sei speciale-[cit "le mie amiche"] io non credo di essere speciale ma credo nell'amicizia. Infine sono una lettrice da chiudersi in camera, leggere fino a che o il sonno mi prende o il libro finisce !! Sono anche una scrittrice, di diari, appunto tutta la mia vita, una delle mie paure più grandi è dimenticare. Bhe sono semplicemente una ventunenne un po' timida, ma coraggiosa, pronta a conquistare il mondo o solo Bologna !!!
Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale?
Erano anni che avevo un diario dove appuntavo i vari commenti ai libri e film che leggevo o guardavo; poi con il trasferimento a Bologna ho trovato il coraggio di aprire il blog, non so per quale strano motivo ma sentivo che era il momento. Era una neofita in tutto e per tutto, non sapevo niente della blogosfera (non che ora sappia molto di più :D) ma questo non mi ha impedito di scrivere e dare vita a Palle di Neve....

Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Allora come ho detto, scrivevo già i commenti ai libri e ai film che rispettivamente leggevo e guardavo quindi non mi c'è voluto molto per capire che sarebbero stati due argomenti centrali del mio blog. Per quanto riguarda la sezione viaggi, ovviamente mentre viaggio ho sempre con me un diario e con un altro lampo di genio da maestro ho detto ma perchè non parlare anche di questo?!!!
Solo dopo qualche mese ho realizzato che forse era troppo per un blog appena nato, ma ormai ero partita, lanciata nel mio progetto di conquista del mondo e per questo non mi sono potuta fermare !!!
Perché le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi?
Cerco di far ridere le persone, che sia per strada con un sorriso, che sia una faccia buffa ad un'amica triste, che sia una frase ironica scritta qui, cerco di far ridere, perché se ridi il mondo appare di mille colori e ti senti forte come un supereroe.
Alcune volte la mia vena da bacchettona prende il sopravvento nelle recensioni ma il più delle volte certo di trasmettere l'allegria con cui vivo. Non obbligo nessuno a seguirmi amo i lettori che interagiscono con me, sono il sogno proibito di ogni blogger, ma anche chi è totalmente indifferente, mi ci sono voluti 21 anni per capire che non si può piacere sempre a tutti !! [consuelo saggia O.o]

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Da piccoli ti chiedono sempre che cosa vuoi fare da grande, io rispondevo che volevo vivere con i Leoni, mio fratello guardava sempre super quark e io ovviamente più piccola non capivo sempre tutto quello che dicevano ma mi affascinavano le immagini del mondo e vedevo i leoni come gatti cresciuti super coccolosi. Forse da lì è nata la mia voglia di conoscere e far conoscere il mondo.
Quindi il mio sogno più grande è diventare una reporter di viaggi, scoprire il mondo e raccontarlo in qualche rubrica di qualche rivista !!! {penso che sia la prima volta che lo scrivo così chiaro e semplice, anche se tutto è tranne che semplice !}

Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?
Ciao League, vi voglio troppo bene, ho trovato un gruppo di fantastiche persone, forse un po' troppo maniache per la lettura come me ma siete tutte delle persone uniche, speciali. Vi auguro di ridere e di diventare quello che volete !!!

domenica 24 maggio 2015

Recensione: "Raccontami di un giorno perfetto" di Jennifer Niven

TRAMA
È una gelida mattina di gennaio quella in cui Theodore Finch decide di salire sulla torre campanaria della scuola per capire come ci si sente a guardare di sotto.L’ultima cosa che si aspetta però è di trovare qualcun altro lassù, in bilico sul cornicione a sei piani d’altezza.Men che meno Violet Markey, una delle ragazze più popolari del liceo.Eppure Finch e Violet si somigliano più di quanto possano immaginare.Sono due anime fragili: lui lotta da anni con la depressione, lei ha visto morire la sorella in un terribile incidente d’auto.È in quel preciso istante che i due ragazzi provano per la prima volta la vertigine che li legherà nei mesi successivi.I giorni, le settimane in cui un progetto scolastico li porterà alla scoperta dei luoghi più bizzarri e sconosciuti del loro Paese e l’amicizia si trasformerà in un amore travolgente, una drammatica corsa contro il tempo.E alla fine di questa corsa, a rimanere indelebile nella memoria sarà l’incanto di una storia d’amore tra due ragazzi che stanno per diventare adulti.Quel genere d’incanto che solo le giornate perfette sono capaci di regalare.

Raccontami di un giorno perfetto è un romanzo commovente e coraggioso. Una storia che spezza il cuore in tutti i modi possibili e ci ricorda che cosa significa essere vivi.


LA MIA RECENSIONE


Il 23 marzo 1950, il poeta Cesare Pavese ha scritto:
L'amore è veramente la grande affermazione. Si vuole essere, si vuole contare, si vuole - se morire si deve - morire con valore, con clamore, restare insomma.

Questo libro è da un po' di tempo ormai sulla bocca 
di tutti...e quindi ero curiosa di leggerlo, mi aspettavo una storia struggente, una di quelle storie da leggere con il fazzoletto alla mano. Ogni tanto mi piace leggere una di queste storie, di quelle che ti toccano nel profondo.
Quindi avevo grandi aspettative, mi aspettavo una sorta di Colpa delle stelle/Cercando Alaska...
In realtà non è andata proprio così, non del tutto, non fino in fondo, ok è un libro carino, scritto bene, con dei bei personaggi, che si fa leggere e si legge velocemente. Ma non ho versato una lacrima...non mi ha toccata né angosciata né emozionata come pensavo avrebbe fatto.
Violet Markey e Theodore Finch i due protagonisti di questa storia, sono due ragazzi agli opposti uno dall'altra, completamente diversi, lei bella e popolare, con un sacco di amici, lui l'emarginato e considerato lo schizzato della scuola. E allora com'è possibile che si incontrino sul cornicione del campanile della scuola? Tutti e due a guardare verso un vuoto che sembra attrarli e spaventarli allo stesso tempo? Ma è proprio qui che le loro vita si intrecciano, Finch salva Violet...e comincia il loro viaggio insieme. Un reale viaggio, per merito di un progetto scolastico, che li porta in giro a visitare i posti più caratteristici dell'Indiana. 
Ed eccolo là Theodore Finch appoggiato alla fiancata di un auto, le mani in tasca.Se ne sta là ad aspettarmi come se avesse tutto il tempo del mondo.Mi vengono in mente le parole di Virginia Wolf in Le onde: Pallido, con i capelli scuri, colui che viene è melanconico, romantico.E io maliziosa, sinuosa e capricciosa, poiché lui è melanconico, è romantico.Eccolo, è qui al mio fianco.
Finch è un personaggio complesso: difficile da capire, è visto da tutti come lo "schizzato", lo strano...lui ha dentro di sé tanti Finch diversi, ma tutti in qualche modo veri.
Finch è sempre in lotta con se stesso e con il mondo, vuole sentirsi vivo...non vuole addormentarsi, vuole trovare la voglia di vivere, la cerca disperatamente.
Violet è al contrario la ragazza modello, la ragazza popolare, che ha tragicamente perso la sorella in un incidente di macchina, ora nulla ha più senso...nè gli amici, nè il popolare fidanzato e nemmeno la passione per la scrittura ed il blog che curava con la sorella. Vuole solo finire il liceo per andare via da tutto, ricominciare al college, lontano da tutto.
Ed è proprio dall'incontro con Violet che in Finch riemerge la voglia di vivere e la voglia di far vivere Violet, di spingerla a rinascere ed a superare il dolore, ricominciare a guidare, ricominciare a scrivere...appassionarsi di nuovo alla vita...ma...beh non voglio rivelare altro di questa storia, troppi spoiler ;)
Lei è ossigeno, carbonio, idrogeno, azoto, calcio e fosforo.Gli elementi di cui tutti siamo fatti, ma non posso fare a meno di pensare che lei è più di questo,e che ci sono altri elementi sconosciuti in lei, che la rendono una creatura diversa.Provo un brivido di panico mentre penso: E se uno di quegli elementi si guastasse o smettesse di funzionare di colpo?Mi sforzo di allontanare questo pensiero per concentrarmi sulla sua pelle, finché smetto di vedere molecole e vedo Violet.Mentre il disco continua a suonare, sento nascermi in testa una nuova canzone:Tu mi insegni ad amarti.

Lo stile di scrittura della Niven è semplice e scorrevole, però...c'è questo famoso però...non sono entrata completamente in sintonia con i personaggi, non è scoccata la scintilla. Non so se sono io a non essere riuscita a farmi coinvolgere dalla delicatezza dell'argomento...ma non mi pare sia stato affrontato fino in fondo, non sono riuscita a capire fino in fondo la sofferenza di Finch, le cause, le sfumature di questa piaga che è la depressione.
«Cos'è che ti fa più paura?»
Penso: Quello che mi fa più paura è Fare attenzione: mi fa paura l'Ultima Caduta; mi fa paura il Grande Sonno e il Trascurabile senso di ineluttabile catastrofe. Quello che mi fa più paura sono io.
«Niente.»

Comunque se vi va, se vi ispira leggetelo...non voglio bocciarlo completamente, in fin dei conti alcuni temi sono più complessi di altri da affrontare e forse serve solo prenderlo come una storia delicata che può anche cominciare a far riflettere su qualcosa che non si può spiegare né conoscere fino in fondo.

Il mio voto: 

sabato 23 maggio 2015

Blogger League #22 - THE RESTLESS READERS' ROOM

Cos'è la Blogger League?
Un'iniziativa alla quale può iscriversi chiunque possiede un blog, basta lasciare il proprio link qui ed aggiungere il banner nelle vostre home-page. Ogni sabato i membri della League dovranno creare un post nel quale inserire la breve intervista a cui risponderà la blogger di turno, in modo tale da avere tutte la stessa visibilità. E' giusto collaborare tra di noi, per far crescere i nostri blog.
Per dare e ricevere maggior visibilità nell'arco dei sette giorni, si deve inserire nella home un link o il banner del blog della settimana, sarà premura della blogger della settimana controllare che ciò sia fatto. I partecipanti possono creare sui loro blog un post per pubblicizzare l'iniziativa, ci guadagniamo tutti.
In corso d'opera chiunque potrà iscriversi alla "Blogger League".
Per maggiori informazioni potete andare qui

Buon sabato gente!!! Rieccomi qui, è un periodo un po' del cavolo, la stanchezza e gli impegni mi stanno tenendo lontana dal blog...ma non mollo (di certo barcollo! -_-)
Essendo sabato rieccoci con la Blogger League e con il blog di questa settimana, La sala dei lettori inquieti o se preferite...
The Restless Readers'room
Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni?
Sono un essere umano libero con una volontà indipendente. Okay, la faccio semplice: sono una ragazza e le definizioni m'imbarazzano e mi scocciano in egual misura, quindi accontentatevi di questo. (Se non ve ne foste accorti, la brevitas mi caratterizza. Non prendetela a male).

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Ho deciso di aprire un blog principalmente letterario, perché nasco come lettrice, ma a volte mi capita di discostarmi dai libri e parlare di serie TV e roba varia. Volevo condividere la mia passione per i libri e offrire un servizio a tutti, per questo nasce la Sala dei Lettori Inquieti, per distribuire la mia inquietudine fra molti.

Perché le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi?
Non penso che le persone dovrebbero diventare lettori fissi, ritengo sia meglio che voglianoesserlo. E non proprio fisso, a tasso variabile, quando gli va. Dovrebbero svegliarsi la mattina, capitare qui e tornare solo se va loro, quando gli va, magari lasciare un commento per farmi sapere come la pensano o solo per scrivere "Ciao, sono passato/a da qui e ho letto ciò che hai scritto. Per un attimo ti ho pensata". Troppo stucchevole? Non preoccupatevi, fate quel che volete, passate se e quando vi gira, io sono qui che vi aspetto, vi leggo, e a meno che non scriviate in elfico cose inintellegibili, inappropriate o troppo kitsch, prometto di rispondere sinceramente.

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Finire il liceo al più presto, con danni contenuti alla mia salute mentale vale? :D

Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?

Non solo a loro, a tutti. Siate voi stessi, sempre, non prendete mai tutto troppo sul serio e state tranquilli. Parla l'ansiosa cronica.  No, seriamente: in qualunque circostanza non abbiate paura. Prima o poi tutto andrà come deve, basta un pizzico di fede e di volontà. Tutto può accadere.

lunedì 18 maggio 2015

Recensione: "La Quinta Onda" di Yancey Rick

TRAMA
Di notte, Cassie non può più guardare il cielo stellato con gli stessi occhi di prima; ora sa che "loro" arrivano da lì, da quegli astri luminosi e distanti, e arrivano per distruggere il suo mondo.Cassie è tra gli ultimi superstiti, sola, in fuga da "loro", esseri mandati sulla Terra per sterminare la specie umana: l'unica speranza che le resta è ritrovare Sammy, il fratellino che le è stato strappato dalle braccia.Quando il misterioso Evan Walker si offre di aiutarla, Cassie capisce che deve prendere una decisione: fidarsi o rinunciare alla sua missione, arrendersi o continuare a lottare.

LA MIA RECENSIONE
Dimenticatevi i dischi volanti, gli omini verdi e i giganteschi ragni meccanici che sparano raggi della morte. Dimenticatevi le battaglie epiche con carri armati e aerei da caccia in cui alla fine noi indomiti, intrepidi, combattivi umani trionfiamo sulla torma dagli occhi a palla. Tutto questo è distante dalla verità pressapoco quanto il loro pianeta morente dalla nostra florida Terra.La verità è che, una volta che ci avevano scoperti, eravamo spacciati.
Devo ammettere che non ho una grande esperienza in tema di alieni...questo è il secondo libro che leggo sul genere...ed il primo è stato L'Ospite di Stephanie Meyer...quindi tutt'altro tenore di storia.
Qui il genere è decisamente apocalittico, con invasione aliena che cambia tutto, che distrugge la vita come la conosciamo.
Si perchè questi alieni non sono quelli che vorremmo incontrare, non stiamo parlando del dolce E.T....questi alieni sono interessati alla Terra, la vogliono per loro stessi..e noi siamo un'erbaccia da estirpare, insetti fastidiosi di cui liberarsi con ogni mezzo.
La prima mossa è l'onda elettromagnetica...niente più elettricità, niente tv, niente comunicazioni, aerei ed auto si schiantano, le persone cominciano a morire e ad avere paura.
La seconda onda è quella che elimina la popolazione vicina alle coste...maremoti e tsunami non danno scampo a nessuno. La terza onda è quella che porta pestilenza e malattia...una malattia a cui solo pochissimi fortunati riescono a sopravvivere.
La quarta onda è quella che mina i pochi sopravvissuti nel profondo, si perchè è proprio a questo punto che capiscono che gli "altri" sono tra noi, dentro di noi...e allora di chi ci si può fidare? Ma l'uomo non è un animale solitario, a bisogno di aggregazione...ma se è solo di te stesso che puoi fidarti...cosa fai?
Magari sono l'ultima, ma sono ancora in piedi. Sono quella che, su una statale deserta, si gira ad affrontare il cacciatore senza volto in agguato nel bosco. Sono quella che non scappa nè resta, bensì affronta.Perchè se sono l'ultima, allora sono l'umanità intera.
Il libro ci catapulta da subito nella vita di Cassie (Cassiopea), una ragazza sprezzante, stanca, irritata e sola...sola perchè sopravvissuta, a differenza dei suoi genitori...ma decisa a ritrovare il suo fratellino, Sam, lui è vivo, ma gli "altri" lo hanno preso...solo che lei gli ha fatto una promessa, ed è decisa a mantenerla...nient'altro ormai ha più importanza, sopravvivere e ritrovare Sammy.
Queste prime cento pagine mi sono piaciute molte, le ho trovate vere e coinvolgenti. Poi il libro salto nel tempo e nello spazio e ci porta nella vita di Zombie, adolescente malato...vicino alla fine, che però riesce a sconfiggere il virus e viene trasportato in un campo militare attrezzato per istruire i giovani umani a combattere gli alieni. Ed è qui che Zombi conosce Sammy (Nugget). E poi ci sono i capitoli su Evan...che avrei voluto approfondire di più...
- Non avevo capito niente - dice - Prima di trovarti credevo che l'unico modo di tirare avanti fosse avere qualcosa per cui vivere. Mi sbagliavo. Per tirare avanti, bisogna avere qualcosa per cui si è pronti a morire.
La costruzione del romanzo continua ad alternare le diverse storie, facendoci entrare nella vita dei diversi protagonisti ed alternando le storie. A me è piaciuto questo stile di scrittura, fluido ed intenso...non fai in tempo ad annoiarti. Alcune parti forse risultano un po'scontate, insomma dai...Zombie...il 97% del genere umano non ce la fatta...e chi è Zombi? Tra tutti proprio lui? Vabbè...ed Evan? Beh Cassie, sarai anche sopravvissuta a mille peripezie, però...sveglia! Mi sembra abbastanza chiaro che non possa essere altro che un....e vabbè...
Nonostante tutto ho amato tutti i personaggi di questo libro, un romanzo young adult in versione post apocalittica ben scritto ricco di azione e suspance.
Voto: ★ ★ ★ 

domenica 17 maggio 2015

Blogger League #21 - LEGGERE È UN MODO DI VOLARE SENZ'ALI

Cos'è la Blogger League?
Un'iniziativa alla quale può iscriversi chiunque possiede un blog, basta lasciare il proprio link qui ed aggiungere il banner nelle vostre home-page. Ogni sabato i membri della League dovranno creare un post nel quale inserire la breve intervista a cui risponderà la blogger di turno, in modo tale da avere tutte la stessa visibilità. E' giusto collaborare tra di noi, per far crescere i nostri blog.
Per dare e ricevere maggior visibilità nell'arco dei sette giorni, si deve inserire nella home un link o il banner del blog della settimana, sarà premura della blogger della settimana controllare che ciò sia fatto. I partecipanti possono creare sui loro blog un post per pubblicizzare l'iniziativa, ci guadagniamo tutti.
In corso d'opera chiunque potrà iscriversi alla "Blogger League".
Per maggiori informazioni potete andare qui

Mi scuso per il ritardo...eccomi qui con il consueto appuntamento con la Blogger League...è stata una settimana difficile, non ho avuto voglia nemmeno di accendere il pc per qualche minuto...
Ma comunque adesso sono qui, questa settimana è il turno del blog Leggere è un modo di volare senz'ali
Leggere è un modo di volare senz'ali
Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni?
Sono una figlia, un’amica, una sorella e una coinquilina, qualcuno direbbe anche che sono una rompiscatole! (Ma posso continuare ad ignorarlo!). Sono una studentessa di Ingegneria, adoro tutto quello che riguarda la matematica e la fisica, ma quando inizio seriamente a dare i numeri! Il mio rifugio sono i libri.
Quando sono di cattivo umore per qualche motivo ho bisogno di entrare una libreria o in una biblioteca. Quel silenzio, quella pace mi fanno passare qualsiasi cosa. Osservo i libri e penso che qualcuno un giorno ha deciso di mettere per iscritto quella storia che gli passava per la testa, che ha vacillato pensando che quella storia non sarebbe piaciuta a nessuno e che era da buttare. Ma nulla è da buttare, bisogna avere solo la forza di andare avanti e perseguire i propri obbiettivi credendo sempre in se stessi.
Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Il mio blog è nato da pochissimo in seguito all’omonima pagina di facebook.

“Leggere è un modo di volare senz’ali” è una frase che ho letto da qualche parte mentre da piccola leggevo “Nina, la bambina della sesta luna”, mi ricordo particolarmente quel giorno, perché leggevo della protagonista che nella sua stanza aveva scritto una frase su una bacheca di legno e l’aveva inchiodata alla testiera del letto. Io, che ero molto artistica, ho preso un cartoncino (che ho ancora!) e ho scritto “Leggere è un modo di volare senz’ali” tutto colorato e l’ho messo anche io nello stesso posto. Molti anni dopo ho deciso di immergermi nel mondo delle pagine di facebook, annotavo tutte le frasi belle che leggevo nei libri e volevo condividerle, poi leggendo in giro e seguendo i blog di molti di voi, ho pensato: Perchè no? Posso provarci! E adesso eccomi.. Speriamo di crescere anche qui.
Perché le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi?

Non saprei, parto dal presupposto che sono ancora all’inizio e che su facebook mi è sembrato molto più semplice trovare sostenitori, qui mi sembra quasi impossibile! Io di solito seguo quei blog di cui mi piace la grafica (L’occhio vuole anche la sua parte!), quelli che sono aggiornati giornalmente e in cui posso trovare tante novità librose. Non mi piacciono particolarmente le recensioni lunghe, faccio fatica a leggerle, preferisco i pensieri concisi e divertenti, non noiosi.
La mia promessa ai lettori è che proverò a fare tutto questo!
Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
La mia parte coscienziosa e logica direbbe: “In questo momento il mio unico pensiero fisso è la laurea!”
Ma nel profondo so che non è così, immaginatemi come se avessi 11 anni e non 22, con in mano il primo libro di Harry Potter, gli occhi lucidi e il sorriso sulle labbra, le farfalle nello stomaco e l’ansia mentre Silente assegna gli ultimi punti ai Grifondoro che risalgono in classifica e vincono la coppa delle case! Riuscite a provare quello che provo io? Sono affascinata dal modo in cui un adulto possa far brillare gli occhi di un bambino. Ecco il mio sogno, scrivere per loro, scrivere qualcosa che li stupisca che gli illumini gli occhi, perché tutto è possibile.
Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?
Assolutamente! Voglio intanto ringraziarvi per aver creato questo gruppo, io sono molto socievole e disponibile, ma anche molto introversa. Vi leggo e vi seguo sempre, mi stupisco continuamente del modo in cui siete capaci di emozionarvi e impegnarvi in quello che credete. Io penso che chi si impegna in qualcosa di piccolo, sarà in grado di impegnarsi in tutto quello che la vita gli offre. L’augurio che faccio anche a me stessa è quello di continuare così, ad emozionarsi e a stupirsi per le piccole cose ed ad impegnarsi in quello in cui si crede.

domenica 10 maggio 2015

Anteprime: uscite di maggio per Harlequin Mondadori

Autrice bestseller n.1 nella classifica del New York Times

con i suoi romanzi ad alto contenuto erotico ha affascinato milioni di lettori…

SYLVIA DAY È TORNATA!
non perdete il primo imperdibile capitolo della serie I guardiani dei sogni
vi aspetta in edizione speciale HM!
 
In un mondo parallelo al nostro, i Guardiani dei Sogni combattono contro gli Incubi per salvaguardare gli umani. La bella Lyssa Bates non sa di essere una pedina importante in questo gioco. Quello che sa è che nei suoi sogni le appare un uomo passionale e virile, che le dona piaceri indicibili. Quando il protagonista di quei torridi amplessi si presenta alla sua porta, Lyssa è sempre più turbata. Lui è l'aitante Aidan che combatte le sue battaglie e cerca di vincere anche l'istinto che lo porta a proteggerla, ad amarla... Ma il mistero s'infittisce: qual è il vero motivo per cui Lyssa è in pericolo? In una lotta senza esclusione di colpi in cui il confine tra nemici e alleati è sempre più labile, il vero rischio è non riuscire a salvare una passione per cui vale la pena tentare il tutto per tutto. IN LIBRERIA DAL 5 MAGGIO

...ma in realtà non finisce qui, perché seguirà, il 16 giugno, l'uscita del secondo capitolo della serie de I Guardiani dei sogni, IL CALORE DELLA NOTTE:
Lui è la realizzazione delle fantasie erotiche di ogni donna. Vivendo nel Crepuscolo tra il sonno e la veglia, Connor porta alle donne piaceri decadenti, alimentati dalla loro energia sessuale. Ma la violenza e il conflitto sta distruggendo entrambi i mondi , e Connor deve imbarcarsi in una ricerca piena di pericoli nel regno mortale.. e finirà dritto tra le braccia di una incantatrice inebriante.
Stacey Daniels è sempre stata attratta dal tipo sbagliato di uomo – e il  muscoloso campione che sembra un vichingo e che ora si trova alla sua porta non è un’eccezione. Fa veramente fatica a credere che quel guerriero ferito venga da un altro mondo, un mondo dove i sogni erotici sono necessari per sopravvivere, un mondo di terribili pericoli che lo hanno seguito fino a casa sua. Connor trova conforto nella sua passione, ma solo il tempo dirà se potrà sconfiggere gli oscuri nemici che danno loro la caccia.. e se Stacey potrà arrendersi alla promessa che lui le offre con ogni suo tocco elettrizzante.

L’autrice
Sylvia Day è autrice bestseller n.1 nella classifica del New York Times, ha scritto oltre 20 romanzi vincitori di molti premi e venduti in più di 40 Paesi.
È al vertice delle classifiche in ben 28 Paesi, con oltre 16 milioni di copie vendute. La sua Crossfire Series è stata opzionata per una serie televisiva da Lionsgate.
Per Harlequin Mondadori ha già pubblicato il bestseller Afterburn/Aftershock. Online la trovate su: www.SylviaDay.com Facebook.com/AuthorSylviaDay Twitter@SylDay.


SIETE PRONTE PER VIVERE CON NOI         
LA SUGGESTIVA ED EMOZIONANTE AVVENTURA
DI EXPO MILANO 2015?

A nostro modo, parteciperemo all’eccezionale evento che infiammerà la città di Milano per i prossimi mesi… come?
Con un tuffo nella Storia!

Nel 1851, a Londra su iniziativa del principe Alberto, si tiene una manifestazione di grande ambizione: riunire in un’unica città tutte le ricchezze e le industrie del mondo. Grazie al lavoro di duemila operai, in otto mesi fu costruito il Crystal Palace
in Hyde Park. E proprio in questo affascinante contesto si svolge il nostro romanzo, nel corso della prima grande manifestazione universale…

Solo in esclusiva digitale eLit IL PROFUMO DELL’ANIMA di Sylvia Z. Summers!

sabato 9 maggio 2015

Blogger League #20 - CAMMINANDO TRA LE PAGINE

Cos'è la Blogger League?
Un'iniziativa alla quale può iscriversi chiunque possiede un blog, basta lasciare il proprio link qui ed aggiungere il banner nelle vostre home-page. Ogni sabato i membri della League dovranno creare un post nel quale inserire la breve intervista a cui risponderà la blogger di turno, in modo tale da avere tutte la stessa visibilità. E' giusto collaborare tra di noi, per far crescere i nostri blog.
Per dare e ricevere maggior visibilità nell'arco dei sette giorni, si deve inserire nella home un link o il banner del blog della settimana, sarà premura della blogger della settimana controllare che ciò sia fatto. I partecipanti possono creare sui loro blog un post per pubblicizzare l'iniziativa, ci guadagniamo tutti.
In corso d'opera chiunque potrà iscriversi alla "Blogger League".
Per maggiori informazioni potete andare qui

Buon sabato gente! :)
Siamo ad un altro sabato e quindi...un altro appuntamento con la Blogger League!
Il blog di questa settimana è:
Camminando tra le pagine 
Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni?
Sono Francesca, ma per tutti sono da sempre Frency. Nella vita di tutti i giorni sono una ragazza semplice e dai saldi valori. Divido la mia vita tra l’università e  il mio lavoretto part time che mi permette di togliermi tutti i miei sfizi – libri, per lo più -  senza dover dipendere da nessuno.
Il mio tempo libero – oltre che con la compagnia di un buon libro -  lo trascorro per lo più con gli amici che adoro e il mio ragazzo che mi sopporta ormai da 11 anni, e ovviamente la mia famiglia che mi sta vicina e condivide e supporta tutte le scelte che faccio… colpi ti testa compresi, e sono molto numerosi!
La mia famiglia mi ha trasmesso la passione per la lettura. I miei genitori leggono entrambi moltissimo, e fin da piccolissima mi hanno abituata alla compagnia di un buon libro, credo di essere stata una delle poche bambine che i capricci li faceva in libreria e non nei negozi di giochi!
Leggo tutto quello che è romance: urban fantasy, paranormal romance, young adut e ultimamente non so resistere ai new adult. Eh si sono un inguaribile romantica… non posso proprio farne a meno.
Le mie amiche sbavano per scarpe e borse, amo anch’io lo shopping di vestiti… quale ragazza non lo ama? Ma il mio shopping preferito è in libreria, li sono capace di combinare veri disastri… e il mio portafoglio ne sa qualcosa!!

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Come ho detto nella risposta delle domanda precedente la mia passione è la lettura, sono una lettrice compulsiva. Quindi nel mio blog parlo principalmente di libri: scrivo recensioni, pubblico anteprime e simpatiche rubriche a tema libresco ;)
 Da tempo seguivo innumerevoli blog letterari, e ho sempre trovato molto utili i consigli di altri lettori, come me, e mi è sempre piaciuta l’idea di aprire uno spazietto virtuale tutto mio. Inizialmente pubblicavo le mie recensioni sul mio profilo di amazon, ma poi a settembre ho deciso di buttarmi ed è nato il mio blog : Camminando Tra le Pagine – è un blog ancora piccolino. Ma oggi giorno cresce un pochino di più e la cosa mi riempie di gioia.

Perché le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi?
Che domanda difficile.
Questa domanda mi mette in difficoltà!
Onestamente non saprei.
Nella blogosfera ci sono centinaia di blog che trattano l’argomento libri, e non credo che il mio blog abbia niente di speciale rispetto agli altri.
Ma ci metto passione, ci dedico tempo e mi impegno davvero tanto per far si che cresca.
Quando scrivo una recensione mi impegno al massimo e cerco in tutti i modi di trasmettere ai miei lettori le emozioni che mi ha suscitato un certo libro, non sono sicura di riuscirci  sempre, ma mi impegno al massimo per farcela. Ed è una soddisfazione enorme quando leggo i commenti sotto i miei post, o quando vedo che si è aggiunto un follower tra i miei lettori, perchè significa che in qualche modo il mio impegno sul blog li ha colpiti e questo mi riempi davvero di gioia!!

Volete sapere perché dovreste seguirmi??
Per condividere una passione comune, per parlare dei romanzi che abbiamo amato e che ci hanno emozionato e anche di quelli ci sono piaciuti meno.
Insomma, per parlare di libri e tenersi sempre aggiornati!!!
Insomma, io adoro parlare di libri e confrontarmi con altri lettori come me… Purtroppo i miei amici non hanno questa stessa mia passione e nella vita vera raramente ho la possibilità di confrontarmi con loro sulle letture, ma nella  blogosfera ci sono un sacco di persone che amano leggere!!!
Quindi se vi va di parlare di libri questo è il posto giusto…  seguitemi, se vi va!

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Il mio sogno nel cassetto?
Sposare Jamie Campbell Bower, ho una cotta per lui da sempre ;)
Scherzi a parte… A dire il vero ne ho diversi.
Mi piacerebbe girare il mondo, soprattutto fare un coast to coast degli Stati Uniti.
Vorrei tanto poter aprire una libreria tutta mia dove poter consigliare i lettori, purtroppo ho notato che al giorno d’oggi sono pochi i librai che sanno consigliare un buon libro e che fanno il loro lavoro con passione… almeno questo nella mia città.
Mi piacerebbe scrivere un romanzo romance che faccia sognare e battere il cuore dei lettori più romantici e che scali la classifica del New York Time (Lo so, è irrealizzabile!!! Ma sognare non costa niente, quindi tanto vale farlo in grande), scrivo spesso ma non ho mai avuto il coraggio di condividere le mie storie con nessuno… chissà forse un domani!

Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?
Gli altri blogger hanno tutti fatto degli auguri stupendi e credo che ormai sia stato già detto tutto.
Comunque auguro a tutti i membri della League tanta felicità, e auguro a tutti di riuscire  a realizzare i propri desideri e gli obiettivi che ciascuno di noi si è fissato  per la sua vita.
Continuate a portare avanti i vostri blog e le vostre passioni senza paura delle critiche.

Segnalazione: "Solo una storia d'amore e di troppe paturnie" di Momi Gatto

Goodmorning readers!!!
La settimana procede faticosamente...il lavoro mi succhia l'anima come sempre...più qualche problemino in famiglia che non aiuta...resta il nostro rifugio nei libri, giusto? 
Quindi eccomi qui a presentarvi il romanzo di Momi, primo della trilogia delle paturnie...se avete voglia di evadere tra le pagine di una storia d'amore provate a dare un'occhiata qui :)

Titolo: SOLO UNA STORIA D’AMORE e di troppe paturnie
Autore: Momi Gatto
Genere: romanzo rosa
Collana: la trilogia delle paturnie - volume 1
Editore: youcanprint
Pagine: 540
Disponibile nei migliori book store in versione ebook (2,99 euro) e cartacea (24 euro circa, a discrezione dello store)
Per tutto il mese di maggio in offerta a 1,99€

TRAMA
SOLO UNA STORIA D’AMORE e di troppe paturnie, di Momi Gatto.
Giulia e Davide, due ventenni di Milano, così genuini eppure a modo loro tanto complicati, aprono e chiudono questo romanzo fresco e ironico che li vede unici protagonisti. Il loro è un rapporto insolito fin dal primo sguardo, così intenso e assuefacente da spaventarli. Lo sconosciuto senso di irrinunciabilità che sentono l’una per l’altro, e la conseguente paura di perdersi, li spingono a nascondere, agli altri e soprattutto a loro stessi, quale sia il vero sentimento che li unisce. Solo il precipitare repentino delle cose, e l’immancabile batosta, li costringeranno ad aprire gli occhi. Impossibile non affezionarsi a questi due ragazzi e non immedesimarsi con i loro cervellotici ragionamenti, attraverso i quali tutti noi siamo passati almeno una volta nella vita.