mercoledì 19 aprile 2017

W... w... w... Wednesday #42

Rubrica ideata da MizB di ShouldBeReading, partecipare è semplice, basta rispondere a queste 3 semplici domande:
What are you currently reading? Cosa stai leggendo?
What did you recently finish reading? Qual è il libro che hai appena finito?
What do you think you'll read next? Quale sarà la tua prossima lettura?
GOODEVENING READERS!
Nonostante l'ora ci sono anche io! Eccomi qui con il mio WWW in questo mercoledì ventoso ma assolato, reduce da una passeggiata con il mio pulcino...approfittiamo delle belle giornate, cerco di godermelo in pieno finché posso, visto che presto dovrò rientrare al lavoro...ed il mio piccino passerà le giornate non più con me :(
Ma non voglio annoiarvi con le mie turbe da mamma novella...passiamo a vedere quali sono state e quali saranno le mie letture di quest'ultima settimana...

What are you currently reading? Cosa stai leggendo?
Aspettavo questo llibro da quando ho sentito per la prima volta parlare di "Corrupt", la versione in lingua originale (titolo decisamente più azzeccato di quello italiano). Mi è piaciuta la serie Bully...e non vedevo l'ora di scoprire il lato più dark della Douglas, premesso che le mie esperienze con il dark, fino ad oggi, mi avevano decisamente delusa...in questo caso non potrei essere più entusiasta, infatti sto divorando il libro, sono ben oltre la metà, credo che lo finirò presto, non vedo l'ora di scoprire come andrà a finire!

What did you recently finish reading? Qual è il libro che hai appena finito?
Libro interessante, mi è piaciuto, non mi ha fatta impazzire, ma comunque molto carino, scritto bene...spero di riuscire a parlarvene in maniera più esaustiva presto...sono indietro di 2 recensioni, questa e quella dell'ultimo libro della Kinsella. In settimana cercherò di scriverle entranbe.

What do you think you'll read next? Quale sarà la tua prossima lettura?
"Nel profondo della foresta" lo voglio iniziare per partecipare al GdL organizzato da Reading is Believing, entro il 23 devo leggere i primi 7 capitoli...nel frattempo vorrei anche iniziare "Bad love".

mercoledì 12 aprile 2017

W... w... w... Wednesday #41

Rubrica ideata da MizB di ShouldBeReading, partecipare è semplice, basta rispondere a queste 3 semplici domande:
What are you currently reading? Cosa stai leggendo?
What did you recently finish reading? Qual è il libro che hai appena finito?
What do you think you'll read next? Quale sarà la tua prossima lettura?
GOODMORNING READERS!
rieccomi con il consueto WWW, ho saltato le ultime due settimane, ma marzo è stato un mese un po' così, ho faticato a stare dietro al blog ed alle letture, quindi me la sono presa comoda, spero che aprile vada un po' meglio, ma bando alle ciance e parliamo di libri!

What are you currently reading? Cosa stai leggendo?
Ho letto molti pareri positivi l'anno scorso su questo libro, ed era un bel po' che lo avevo "parcheggiato" sul mio e-Reader...non sono ancora arrivata alla parte "succulenta" del libro, ma per ora procede scorrevole...

What did you recently finish reading? Qual è il libro che hai appena finito?
Come vi dicevo è da 2 settimane che non pubblicavo questa rubrica, quindi ho un po' di libri in arretrato da mostrarvi...uno più bello dell'altro! Magnus lo conoscete tutte, uno dei personaggi migliori usciti dalla penna della Clare, la letture di questi racconti me lo ha fatto amare ancora di più! "Un giorno" libro romantico e struggente, bellissimo....
Il libro della Kinsella davvero divertente, scritto bene, si legge 'velocissimamente', presto la mia recensione!

What do you think you'll read next? Quale sarà la tua prossima lettura?
Non potevo farmi scappare il nuovo libro della Douglas...incuriosita dal suo nuovo approccio dark. E poi c'è quello della Crownover che mi aspetta...sono indecisa se dare la precedenza al primo o al secondo, ma di sicuro saranno le mie prossime letture!

martedì 11 aprile 2017

Blog Tour: "Un amore inaspettato" Morgan Matson. Tappa #1 presentazione + estratto

BUONGIORNO READERS!!!
Oggi sono qui per farvi conoscere, attraverso questo Blog Tour organizzato con alcune amiche/colleghe blogger, il nuovo libro di Morgan Matson, libro in uscita proprio oggi per Newton Compton.
Alcuni di voi, immagino, conosceranno già questa autrice, per lo più grazie al romanzo "Noi due ai confini del mondo", beh, se Amy e Roger vi hanno fatto battere il cuore e vi hanno fatti sognare con il loro viaggio on the road per le strade d'America...non potete farvi scappare la possibilità di conoscere Andie e Clark!
Vi lascio alla trama del libro e se poi vi va potete leggere un piccolo estratto in anteprima insieme a me :)
IL LIBRO
TITOLO: Un amore inaspettato
AUTRICE: Morgan Matson
EDITORE: Newton Compton
DATA DI PUBBLICAZIONE: 11 aprile 2017
Andie ha pianificato con cura il proprio futuro. Ha deciso che frequenterà un corso di specializzazione in Medicina e, per quanto riguarda suo padre, il piano è quello di evitarlo il più possibile (il che non è poi tanto difficile, considerando che è un membro del Congresso e non è mai a casa). In tema di amicizie, poi, si sente a cavallo: Palmer, Bri, e Toby sono le persone più straordinarie del pianeta, e squadra che vince non si cambia. Nessuna indecisione neppure a proposito dell’amore: il suo motto è mai più di tre settimane con qualcuno. In fondo non ci sono ragazzi per cui valga la pena di investire più tempo. L’estate è in arrivo e tutto le sembra perfettamente sotto controllo. Come piace a lei. Fino a quando uno scandalo politico non scombussola tutti i suoi piani. Improvvisamente Andie si ritrova a fare cose che non avrebbe mai potuto prevedere: racimolare qualche soldo lavorando come dog-sitter, vivere sotto lo stesso tetto con suo padre (un evento che non si verificava da anni) e forse, ma magari è solo un’impressione, permettere a Clark di avvicinarsi oltre il livello di sicurezza. Palmer, Bri e Toby le consigliano di godersi questo nuovo imprevedibile caos, ma Andie odia dover improvvisare…


LEGGIAMO INSIEME L'INCIPIT DEL ROMANZO
Infilai i piedi nelle scarpe ormai troppo strette e mi misi ben dritta, tentando di ignorare le raffiche di clic delle foto attorno a me. Faceva ancora molto caldo fuori - nonostante fossero quasi le cinque - ma io indossavo una gonna in tweed al ginocchio e una camicia bianca. I miei capelli si erano arricciati asciugandosi, portavo orecchini di perle e giusto un filo di trucco sul viso. Non era esattamente l'aspetto che avrei voluto avere in un mercoledì pomeriggio di inizio giugno, ma questo non era un mercoledì qualunque.
"Grazie infinite a tutti per essere venuti oggi", disse mio padre da dietro il leggio nel mezzo della nostra veranda. Sfogliò le sue carte per un attimo prima di prendere un respiro profondo e incominciare il discorso che si era preparato, quello che ormai conoscevo a memoria, dato che Peter Wright, il responsabile dello staff e suo principale assistente, me lo aveva fatto ascoltare più e più volte al punto da permettermi di sentirlo senza cambiare minimamente espressione, come se fosse una notizia vecchia: niente di quello che mio padre stava dicendo avrebbe dovuto cogliermi di sorpresa.
Per un attimo, non appena le ormai familiari parole cominciarono a scivolarmi addosso, sbattei le palpebre fissando il leggio. Esattamente, da dove veniva? Peter era appena andato in giro con uno di quegli affari di scorta nel retro del suo SUV?

Che dite...promette bene? Vi ho un po' incuriosite? Se volete scvoprire qualcosa di più riguardo al romanzo non vi resta che seguire le prossime tappe del Blog Tour ;)
CALENDARIO BLOG TOUR
11 Aprile: Presentazione Blog Tour + estratto (LeggendoViaggiando)
13 Aprile: I libri di Morgan Matson (Il tempo dei libri)
15 Aprile: Le cover dei libri di Morgan Matson (La cercatrice di storie)
18 Aprile: Le protagoniste (o i personaggi) di Morgan Matson (Divoratori di libri)
20 Aprile: Recensione "Un amore inaspettato" (Lo specchiodell'anima)
22 Aprile: Leggi "Un amore inaspettato" se hai letto... (Walkswith Gio)
24 Aprile: Motivi per leggere il libro (Paradise of books)
26 Aprile: La playlist di un amore inaspettato (Rachel Sandman Author)

sabato 8 aprile 2017

My TBR: aprile 2017

BUON POMERIGGIO VIAGGIO-LETTORI :)
Aprile dolce dormire...ed infatti ho un ritardo epico sulla pubblicazione delle rubriche di inizio mese! Ma dovete portare pazienza, ormai la mia vita è così faccio quando e come posso, ma amo troppo il mio angolino, quindi anche se in ritardo eccomi qui! FInalmente è arrivato il momento di rendervi partecipi della mia TBR mensile...a marzo ho fatto pena, altro che 10 libri!!! Visto che appunto, il fantomatico obiettivo del "leggere 10 libri in un mese" è abbastanza utopico, ho deciso di diminuire, ma gradatamente...si lo so non sono normale, che volete farci... io ci provo con 9 ;D
Partiamo con i 3 libri dedicati alla Reading Challenge UN ANNO DI ROMANCE:

1. La mia vita non proprio perfetta - Sophie Kinsella (e-book ricevuto in omaggio dalla CE + Un anno di Romance, Task 1: leggi un Comedy Romance), in realtà ho già quasi finito di leggere questo libro, molto molto carino e divertente, nel classico stile Kinsella.
2. Giada. Un amore colpevole - Anna Chillon (per Un anno di Romance, Task 2: leggi una storia d'amore proibita, insolita, tormentata).
3. Bad Love - Jay Crownover (per Un anno di Romance, Bonus Task: Sexy Alpha Man)
4. Il mio sbaglio più grande - Penelope Douglas (adoro questa autrice e sto aspettando questo libro da quando ho sentito parlare per la prima volta della versione in lingua originale - Corrupt. Uscirà il 10 aprile e penso che lo leggerò immediatamente! Poi potrebbe anche rientrare come seconda lettura per la Task 2 di UN ANNO DI ROMANCE, 2 piccioni con una fava).
5. Nel profondo della foresta - Holly Black (ho grandi aspettative per questo libro, in uscita l'11 aprile! Ho richiesto una copia digitale alla CE, spero me la invieranno, ed inoltre mi sono iscritta al Gruppo di Lettura organizzato da Denise del blog Reading is Believing).
6. Un amore inaspettato - Morgan Matson (un altro libro ed un'altra autrice da cui mi aspetto tanto, in questo caso spero in un bel Romance, coinvolgente e divertente. Parteciperò al Blog Tour che ne seguirà l'uscita, quindi stay tuned! Potrebbe rientrare come seconda lettura per la Task 1 di UN ANNO DI ROMANCE).

7. Uno studio in rosso - Arthur Conan Doyle (per La sfida di lettura LPS: leggi un classico scritto da un uomo).
8. Romantics - Leah Konan (e-book ricevuto in omaggio dalla CE. Potrebbe anche rientrare come terza lettura per la Task 1 di UN ANNO DI ROMANCE).
9. Senza fare rumore - Rosa Campanile (e-book ricevuto in omaggio dall'autrice

Ce la farò?!!!!?????

domenica 2 aprile 2017

Recensione "Un giorno" David Nicholls


Un giorno
David Nicholls
Editore Neri Pozza - Pagine 487
È l'ultimo giorno di università, e per due ragazzi sta finendo un'epoca. Emma e Dexter sono a letto insieme, nudi. Lui è alto, scuro di carnagione, bello, ricco. Lei ha i capelli rossi, fa di tutto per vestirsi male, adora le questioni di principio e i grandi ideali. Si sono appena laureati, l'indomani lasceranno l'università. È il 15 luglio 1988, e per la prima volta Emma e Dexter si amano e si dicono addio. Lui è destinato a una vita di viaggi, divertimenti, ricchezza, sempre consapevole dei suoi privilegi, delle sue possibilità economiche e sociali. Ad attendere Emma è invece un ristorante messicano nei quartieri nord di Londra, nachos e birra, una costante insicurezza fatta di pochi soldi e sogni irraggiungibili. Ma per loro il 15 luglio rimarrà sempre una data speciale. Ovunque si trovino, in qualunque cosa siano occupati, la scintilla di quella notte d'estate tornerà a brillare. Dove sarà Dexter, cosa starà combinando Emma? Per venti anni si terranno in contatto, e per un giorno saranno ancora assieme. Perché quando Emma e Dexter sono di nuovo vicini, quando chiacchierano e si corteggiano, raccontandosi i loro amori, i successi e i fallimenti, solo allora scoprono di sentirsi bene, di sentirsi migliori. Comico, intelligente, malinconico, Un giorno cattura l'energia sentimentale delle grandi passioni: i cuori spezzati, l'intricato corso dell'amore e dell'amicizia, il coraggio, le attese e le delusioni di chiunque abbia desiderato una persona che non può avere.
Il mese di marzo non poteva finire con una lettura migliore...ho adorato questo libro!
La storia di Emma e Dexter non poteva non toccare le corde del mio cuore. Una storia che fa emozionare, sorridere, commuovere..stupenda.
Il libro racconta la storia di due ragazzi, Emma e Dexter, amici, amanti non dichiarati...una storia che si snoda lungo 20 anni, dal 1988 al 2007, e che si sviluppa in un unico giorno, ogni anno chi viene raccontato quello che accade ai protagonisti il 25 luglio, giorno dell'anniversario del loro primo incontro...Ed ogni anno qualcosa di importante accade nelle loro vite.
Lo stile di Nicholls mi ha conquistata con il suo modo british, che a molti, me compresa, ricorda quello di Hornby (altro autore che anno). I personaggi sono intensi, più studiato quello di Dexter, uomo a tratti insopportabile, antipatico, viziato...difficilmente si riesce ad entrare in sintonia con il suo personaggio...Ma Emma, nonostante tutto riesce ad amarlo. E la loro è una storia d'amore reale, difficile, squilibrata...sono amici? Si amano? Riusciranno ad arrivare a capirsi? A non darsi per scontati? A dichiararsi?
A voi scoprirlo...
Vi avverto, il finale lascerà il segno, non può non commuovere...Quindi preparare i fazzoletti e cominciare la lettura di questo romanzo unico.

Recensione "L'amore di Audrey" (Nel cuor di New York #4) Alessia Esse

L'amore di Audrey
Alessia Esse
Editore Independently published - Pagine 466

Lei finge di essere innamorata.

Lui detesta l’amore.
Il loro incontro cambierà la vita di entrambi.
Ma nessuno dei due lo sa.

A trentatré anni, Audrey Brenner ha un lavoro soddisfacente e remunerativo, un folto gruppo di amici, e un uomo perfetto al suo fianco. Audrey e Jim fanno coppia fissa da quattordici anni, e lei non potrebbe essere più felice.
Ma si tratta di una finzione. Audrey, infatti, non è felice come gli altri pensano, e il suo amore per Jim non è più quello di una volta. La libraia dell’East Village è decisa a superare le difficoltà della sua relazione, e sembra riuscirci, almeno fino alla sera che cambierà per sempre la sua vita.
Matthew Lane capita per caso sul cammino di Audrey. Schietto e cinico nei confronti dell’amore, non si fa problemi a dirle quello che pensa di lei e delle sue scelte.

Quando il destino giocherà con entrambi, Audrey e Matthew si ritroveranno a fare i conti con il passato, con i propri errori, e con un sentimento unico e potente che minaccia di stravolgere ancora una volta le loro esistenze.
Ultimo libro della serie "Nel cuore di New York" e per me decisamente il più bello...e si che mi sono piaciuti tutti, ma quest'ultimo capitolo ha quel qualcosa in più che me lo ha fatto amare. In parte per la storia, più articolata delle precedenti, in parte per i protagonisti, più approfonditi e perfetti nella loro imperfezione (fa piacere, ogni tanto, leggere di persone normali e non dei soliti super belli e super perfetti) ed in parte per lo stile di Alessia, che ho imparato ad andare e che in questo libro ho trovato anche più consapevole e maturo.
Audrey mi è piaciuta tantissimo, finalmente un personaggio femminile reale, con problemi reali, con un aspetto reale, con un carattere e delle debolezze reali. In parte ammetto che, probabilmente, mi è piaciuta così tanto perché in parte mi sono immedesimata, come lei ho vissuto una storia d'amore che mi sono trascinata per un certo periodo di tempo...Quindi ho trovato più che comprensibili le sue difficoltà, i suoi timori, la paura di deludere, ma anche la paura della solitudine, di dover ricominciare, il pensare di non potercela fare. È una storia complessa e completa quella di Audrey, una donna con tante debolezze, debolezze che riesce a dimenticare affogandole nel cibo...ho trovato interessante anche il salto temporale presente nel libro. Dopo la prima parte ci si trova catapultati dopo qualche anno, si ritrovano tutti i personaggi cresciuti, cambiati. Per questo, dicevo, la trama mi è risultata ancora più intrigante, lo sviluppo è di anni, le cose vengono affrontate con i tempi che sono quelli delle vite reali...Non ci troviamo di fronte ad un colpo di fulmine che si consuma nel giro di qualche giorno con i soliti intrecci. È più realistico, chi si può immedesimare, commuovere, sorridere, sperare, emozionare...una storia d'amore vera, finalmente! E poi quanto mi è piaciuto rileggere di Laura e Will, Thea e Mordecai, Seth...sbirciare anche nelle loro vite, scoprire cosa ne è stato delle loro storie, l'ho adorato.
Non posso che consigliate tutta la serie di Alessia Esse, per me è stata una rivelazione.

Recensione "The protector" Jodi Ellen Malpas

The protector
Jodi Ellen Malpas
Editore Newton Compton - Pagine 411
La gente pensa di sapere chi è Camille Logan: una figlia di papà, bella, viziata e con un conto in banca che le permette di fare la vita che vuole. Ma Camille ha deciso di liberarsi dai legami familiari e di cavarsela da sola. Proprio quando tutto sembra andare per il verso giusto, però, le conseguenze di alcuni affari intrattenuti da suo padre con persone senza scrupoli minacciano la sua serenità. In bilico tra risentimento e paura, Camille deve anche proteggersi dai sentimenti burrascosi che le suscita l’ex cecchino pagato dal padre per difenderla…

Jake Sharp ha commesso un unico errore sul lavoro, e le conseguenze sono state devastanti. Da allora ha giurato a se stesso che non accadrà mai più nulla di simile. Quando ha accettato l’incarico di guardia del corpo di Camille Logan, pensava si trattasse di un lavoretto semplice, ma si sta rendendo conto di essersi sbagliato. Ben presto il lavoro e i sentimenti si accavallano e, nonostante Jake conosca il rischio che si annida dietro questa ambiguità, Camille gli sta facendo perdere la lucidità, e per un militare questo è inaccettabile…
Da questo libro mi aspettavo davvero tanto, mi aspettavo un romance di quelli da cui non riesci a staccarti, di quelli che si divorano tutti d'un fiato...
Invece... Invece forse sono una delle poche che non ne è stata poi così entusiasta. Non voglio dire che non mi sia piaciuto, è un bel libro, ma niente di più...e infatti me lo sono trascinato per giorni. Ma cos'è che non me lo ha fatto amare? La storia è carina, poter essere forse il primo Romance Suspense che leggo devo dire che la parte suspense mi ha intrigata, a mio parere abbastanza articolata, non troppo scontata, infatti non ho capito da sola chi fosse il cattivo della situazione. I personaggi sono ben caratterizzati, ben descritti...lo stile di scrittura nella norma...
Quindi dicevamo...cosa mi ha fatto storcere un po' il naso? Ebbene si, lui! Jake Sharp! Il protagonista maschile, colui che avrebbe dovuto essere un vero duro, con un'anima oscura, un passato difficile, dedito ad alcool e sesso...ecco lui, così descritto, eppure...eppure alla resa dei conti non mi ha proprio convinta. Negli atteggiamenti, nei pensieri...Non era niente di tutto questo, non mi è proprio parso il maschio Alfa e oscuro che avrei voluto...si è dimostrato una mezza mammoletta!
Avrei voluto un po' più di attesa, un po' più di difficoltà nell'eprirsi all'amore da parte di Jake...mi aspettavo di vederlo più come uno degli uomini che di solito sono quelli della Crownover per capirci. Non so se riesco a rendere quello che vorrei dire.
Invece Jake mi ha delusa, attacchi di panico, azzerbinaggio completo e immediato nei confronti di Cami...gelosia esagerata, non mi è sembrato nemmeno poi un gran che come bodyguard...
E poi il linguaggio! Ero stata avvertita, ma mi è sembrata comunque un'esagerazione l'uso smodato della parola c**o...praticamente ad ogni frase! Non so se è un problema di traduzione, ma veramente potevano provare a cercare qualche sinonimo, così...giusto per variare un po'...
Camille mi è piaciuta già di più come personaggio, frivola il giusto, ma anche determinata e combattiva. Per assurdo ho trovato interessante anche il padre, descritto e caratterizzato bene come viscido e cattivo (in parte) della situazione.
Il libro si merita comunque una sufficienza piena, ma sono altri i Romance che davvero amo ed ho amato.

venerdì 31 marzo 2017

Recensione "Le cronache di Magnus Bane" Cassandra Clare

Le cronache di Magnus Bane
Cassandra Clare
Editore Mondadori - Pagine 501
Chi è davvero Magnus Bane? È forse l'individuo misterioso che s'insinua nelle trame della Rivoluzione francese, o lo strampalato europeo che crea scompiglio in un remoto Perù dell'epoca coloniale, o il venditore di alcolici che sfida il proibizionismo nella Manhattan degli anni Venti? E se invece fosse soltanto un giovane alla moda, sempre pronto a scendere in pista nelle discoteche più elettrizzanti nella New York degli anni Settanta? Cassandra Clare ci accompagna attraverso luoghi ed epoche affascinanti alla scoperta dei retroscena più avvincenti del passato di Magnus Bane, eclettico e inafferrabile personaggio che ha vissuto mille vite in una, tutte legate da un filo rosso: la perenne lotta tra la forza dell'amore e quella del destino, a cui nessuno può opporsi, neppure il Sommo Stregone degli Shadowhunters. Con il racconto inedito "La segreteria telefonica di Magnus Blade".
Come sempre la Clare incanta! Lo fa anche con questa raccolta di racconti dedicati ad uno dei miei personaggi preferiti di tutta l'ha saga degli Shadowhunters. Si, il sommo stregone non delude, se prima lo adoravo ora lo amo definitivamente.
La raccolta è composta da 10 racconti più LA SEGRETERIA TELEFONICA DI MAGNUS BANE, ogni storia è narrata dal punto di vista di Magnus, questo ci permette di inoltrarci un po' di più nei suoi pensieri...Neruda suo essere frivolo, original, alla moda... Ma anche estremamente umano, sempre pronto ad aiutare, sempre pronto ad amare. Ed è proprio l'amore il filo conduttore delle storie narrate, ogni storia in un'epoca e in un luogo diverso...
Ovviamente lettura consigliata a chi ha già letto sia la serie principale TMI che il prequel TID... è un'emozione ritrovare tanto dei personaggi che di sono amati negli altri libri.
Brevemente una mini recensione poter ogni racconto:
ACCADDE IN PERÙ ««
Decisamente il racconti che ho apprezzato di meno, l'ho trovato poco sensato, poco approfondito. Simpatico ritrovare Ragnor e la sua intolleranza nei confronti della dissennatezza di Magnus.
LA FUGA DELLA REGINA ««½
Nemmeno questo secondo racconto mi ha tosta particolarmente, cominciavo a pensare che il libro sarebbe stata una delusione, per fortuna mi sono potuta ricredere.

VAMPIRI, SCONES ED EDMUND HERONDALE «««½
Finalmente il primo racconto veramente nelle corde della saga che tanto amo. Racconto che mi ha permesso di conoscere Edmund, il padre di Will, racconto che mi ha fatto incontrare un altro Herondale, tormentato e pronto al sacrificio.

L'EREDE DI MEZZANOTTE «««««
Tenuto conto che TID è la serie che preferisco e che Will e Tessa sono personaggi che ho amato in tutto e per tutto, beh non potevo non amare questo racconto, uno dei miei preferiti...Non potevo non amare il poter conoscere il figlio di Will...

L'ORIGINE DELL'HOTEL DUMORT «««
Un altro, direi l'ultimo, dei racconti che non mi hanno detto più di tanto...comunque carino.

ALLA RICERCA DI RAPHAEL SANTIAGO ««««
Con questo racconto ho imparato ad apprezzare un po' di più il personaggio di Raphael, a comprenderne alcuni risvolti. Racconto molto bello.

LA CADUTA DELL'HOTEL DUMORT «««½
Mi è piaciuto molto anche questo racconto, qui ritroviamo Camille e Catarina...Ed un Magnus sempre stupendo.

UN REGALO DI COMPLEANNO PER ALEC «««««
Che dire....c'è qualcuno che non ami alla folla questa coppia? Credo di no... io no fuggi sicuro, li adoro! Ed è stato stupendo ritrovarli finalmente insieme! Dovendo scegliere, forse, il mio racconto preferito.

L'ULTIMA SFIDA DELL'ISTITUTO DI NEW YORK ««««
Tanti dei personaggi che abbiamo imparato ad amare in questo racconto...bello bello...bello capire come sono stati gli albori del Circolo, quindi rivedere Luke, Jocelyn, Valentine, Clary...e ancora Tessa...e tanti altri.

IL CORSO DI UN AMOR CORTESE (E DEI PRIMI APPUNTAMENTI) «««««
Occhi a cuoricino per i Malec! Stupendo il racconto del loro primo appuntamento, emozionante per la dolcezza e la timidezza si Alec...e un po' anche di Magnus, nonostante le sue numerose esperienze, la sua vita centenaria....stupendo!

LA SEGRETERIA TELEFONICA DI MAGNUS BANE «««
Molto carino 😊

venerdì 24 marzo 2017

Blog Tour: "Solo l'amore" Francesca Lesnoni - V tappa - Rapporto padre figlio

BUONGIORNO READERS!
Oggi sono lieta di ospitare la quinta tappa del Blog Tour dedicato ad un libro davvero dolce. "Solo l'amore" di Francesca Lesnoni.
Titolo: Solo l'amore
Autore: Francesca Lesnoni
Editore: Self Publishing
Lucia è scomparsa... nessuno sa che fine abbia fatto la dolce sorella di Carlo, unico indizio un biglietto:
"Non preoccupatevi, sto bene. Vado dove ho sempre desiderato essere, da che ho memoria..."
Nessuno però si preoccupa realmente della sparizione di Lucia tranne Pier che, innamorato da sempre di lei, decide di prendersi un anno sabbatico per dedicarsi alla misteriosa ricerca.
Per sua fortuna Pier potrà contare sull'aiuto di alcune persone, come i signori Dardi, due amabili vecchietti, che gli consegneranno dei bigliettini scritti da Lucia; o Luigi, un sapiente tappezziere con la passione per la lettura, che lo aiuterà a mettere ordine nei suoi taccuini pieni di appunti e divagazioni; o l’amatissimo padre che, al momento opportuno, saprà cogliere una traccia importante…
Ma, prima di trovare Lucia, Pier dovrà confrontarsi con una diversa percezione di sé e degli altri, rivisitare la propria vita, comprendere qual è il suo vero sogno...
Grazie al suo intelligente umorismo e piccoli colpi di scena, Pier si ritroverà su un aereo diretto a Parigi.
Sarà lì che finalmente rincontrerà Lucia?
 Anche se può sembrare stolto o paradossale o folle,
ho scelto la metà mezza piena del bicchiere,
la sola che doni la vera gioia.
E sorrido
IL RAPPORTO PADRE-FIGLIO

Il libro di Francesca Lesnoni affronta il rapporto padre-figlio dal punto di vista del protagonista, Pier. Pier che adora suo padre, lo ammira in tutto quello che fa, ne ricerca l'essenza nel volerlo emulare.
C'è il suo voler ricalcarne l abitudini, nella ricerca della poltrona il più simile alla sua, quella poltrona in cui lo vedeva sprofondato a leggere i suoi amati libri. L'amore per i libri, nato proprio dall'osservare suo padre intento a leggere... con il sorriso stampato in volto. Un sorriso che Pier ha potuto ammirare solo durante quei momenti privati. Un sorriso che lo spinge a trovare il romanzo perfetto, quello che gli strapperà lo stesso sorriso che ha visto una sera sul volto del padre.
...mio padre era di fronte a me, sprofondato nell'avvolgente poltrona di velluto marrone, assorto, un libro tra le mani, un'espressione felice sul volto. Incredibilmente felice. L'ho guardato, ho continuato a guardarlo per un tempo che mi è sembrato infinito... La luce del mattino si è levata, lentamente, lievemente, rivelando lo splendore del bianco pero fiorito dietro la vetrata che si affaccia sul giardino.
E' cominciato così il mio amore per i libri. Dovevano essere qualcosa di grande per donare al mio papà quell'espressione che non sono mai più riuscito a ritrovare.
Il loro rapporto è un rapporto che non può non commuovere e strappare un sorriso. L'amore del figlio per quel padre ormai malato è immenso e pieno di tenerezza.
Mentre abbracciavo e baciavo mio padre, mi sono reso conto che puoi scoprire sfolgoranti colori anche nel buio. Riesco a esprimergli la mia tenerezza solo da quando è malato. Una voce - la mia? - dentro di me ha detto: "Quanto vuoi aspettare ancora per fargli sentire il tuo amore?"
3 GRANDI LIBRI CHE RACCONTANO IL RAPPORTO TRA UN PADRE E UN FIGLIO
IL PREZZO DELL'INNOCENZA - GERRY CONLON
Gerry Conlon aveva solo vent'anni quando gli agenti lo presero. Era un vagabondo, un ladruncolo, gli piaceva bere e giocare d'azzardo, ma non erano questi i motivi per cui l'avevano trascinato in prigione. Semplicemente era colpevole di essere un irlandese su suolo inglese al momento dell'esplosione di alcune bombe piazzate dall'IRA: una ragione sufficiente perché la polizia - smaniosa di trovare un capro espiatorio sotto la crescente spinta dell'opinione pubblica - gli estorcesse una confessione, una giuria lo accusasse di omicidio e un giudice gli infliggesse il massimo della pena. Nel frattempo anche altre persone innocenti - fra le quali il padre di Conlon, Giuseppe - furono condannate perché ritenute complici, in modi diversi, dell'attentato. In seguito a uno dei più clamorosi e scandalosi errori giudiziari del secolo, il protagonista della vicenda narrata in questo libro trascorse, da innocente, quindici terribili anni dietro le sbarre, riscoprendo approfondendo il rapporto con il padre. La tragica morte di Giuseppe Conlon e l'infaticabile energia di un avvocato inglese hanno portato finalmente alla luce la verità, restituendo a Gerry la libertà. Profondamente sconvolgente, questa è una storia vera, narrata dalla viva voce della vittima. Un teso, commovente racconto che si traduce in un potente, implacabile atto d'accusa contro la legge britannica e le forze dell'ordine, ma che è anche la drammatica odissea di un uomo dalla disperazione per un'ingiusta condanna al trionfo per la sua completa riabilitazione.

LETTERA AL PADRE - FRANZ KAFKA
«Carissimo padre, recentemente mi hai chiesto per quale motivo sostengo di avere paura di te. Come al solito, non ho saputo darti una risposta...» Con queste parole si apre la lettera che Franz Kafka scrisse a suo padre, Hermann Kafka, nel novembre del 1919. L’affidò alla madre Julie, nella speranza che queste pagine, così sentite, profonde e strazianti, potessero donare nuova vita a una relazione consumata da anni di incomprensioni, liti e pesanti silenzi: un rapporto contraddittorio, che condizionò pesantemente la formazione e l’opera letteraria del giovane Kafka, tra ammirazione e repulsione, paura e amore, rispetto e disprezzo. Ma a nulla valse quest’ultimo, disperato tentativo: la madre Julie, forse consapevole dell’inutilità del gesto del figlio, restituì la lettera, che non fu mai letta, al mittente. Fu pubblicata, postuma, nel 1952, non più documento personale ma parte dell’opera letteraria di uno dei più grandi scrittori della modernità.

LA STRADA - CORMAC McCARTHY
Un uomo e un bambino, padre e figlio, senza nome. Spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto, lungo una strada americana. La fine del viaggio è invisibile. Circa dieci anni prima il mondo è stato distrutto da un'apocalisse nucleare che lo ha trasformato in un luogo buio, freddo, senza vita, abitato da bande di disperati e predoni. Non c'è storia e non c'è futuro. Mentre i due cercano invano più calore spostandosi verso sud, il padre racconta la propria vita al figlio. Ricorda la moglie (che decise di suicidarsi piuttosto che cadere vittima degli orrori successivi all'olocausto nucleare) e la nascita del bambino, avvenuta proprio durante la guerra. Tutti i loro averi sono nel carrello, il cibo è poco e devono periodicamente avventurarsi tra le macerie a cercare qualcosa da mangiare. Visitano la casa d'infanzia del padre ed esplorano un supermarket abbandonato in cui il figlio beve per la prima volta un lattina di cola. Quando incrociano una carovana di predoni l'uomo è costretto a ucciderne uno che aveva attentato alla vita del bambino. Dopo molte tribolazioni arrivano al mare; ma è ormai una distesa d'acqua grigia, senza neppure l'odore salmastro, e la temperatura non è affatto più mite. Raccolgono qualche oggetto da una nave abbandonata e continuano il viaggio verso sud, verso una salvezza possibile...

GIVEAWAY

L'autrice del libro ha voluto mettere in palio un piccolo premio per quelli di voi che avranno piacere di seguire questo Blog Tour e di seguire queste semplici regole: 
- Seguire tutti i blog partecipanti come Lettori Fissi
- Essere iscritti alla pagina Facebook dell’autrice
- Commentare tutte le tappe
- Condividere taggando due amici (facoltativo)

Questi i premi in palio
Una moleskine ricordando Hem (Ernest Hemingway)
mentre scrive, seduto in un caffè di Parigi, assorto, intenso, innamorato...

Scrivere è cercare, leggere è cercare
un oltre che è già in noi.

La moleskine che riceverete è rossa perché rosso è il colore dell’AMORE.

E avrete una penna con tanti colori perché, quando cerchiamo, torniamo a vederli…
La bellezza è ovunque
a Rafflecopter giveaway
Vi lascio con il calendario...

giovedì 23 marzo 2017

GdL: Tornando a "LE ORIGINI" degli Shadowhunters - VI tappa - IL PRINCIPE

GOOOOODMORNING READERS!!!
Eccomi qui, felicissima di ospitare la VI tappa del Gruppo di Lettura dedicato alla saga The Infernal Devices, Le origini di Cassandra Clare.
GdL che sto affrontando insieme a tante amiche blogger: il primo volume della saga, "L'Angelo" avete potuto leggerlo e ricapitolarne i capitoli insieme a LEGGER-MENTE, SE NE LEGGON DI LIBRI e IKIGAI.
Il secondo volume...quello che si conclude proprio con questa mia tappa...avete potuto seguirlo dal capitolo 1 al capitolo 7 grazie a LILY'S BOOKMARK e dal capitolo 8 al capitolo 14 insieme a Sonia de IL SALOTTO DEL GATTO LIBRAIO (che sono felice di aver trascinato nel tunnel di TID...così adesso possiamo aspettare insieme l'uscita The lord of shadow *-* non vedo l'ora!!!).
Ed ora veniamo a noi, con questa tappa si conclude la lettura de Il Principe...quindi già da oggi potete partire con la lettura de La Principessa (lo amerete, ve l'assicuro...). ...insieme a me potrete ricapitolare gli ultimi capitoli di questo libro, dal capitolo 15 al capitolo 21, leggere ♥ la lettera di Will a Tessa ♥(amo) ed infine approfondire l'ambientazione del libro, andando a scoprire la Londra vittoriana.
RECAP CAPITOLI 15-21

I Cacciatori e Tessa si stanno preparando per l'incontro organizzato per trarre in trappola Nate. Incontro nel quale Tessa vestirà i panni di Jessamine. E' tutto pronto, Tessa indossa gli abiti da uomo di Jessamine, i Cacciatori sono armati di tutto punto e pronti a proteggerla ed a catturare Nate, resta solo un problema da risolvere, la sicurezza dell'Istituto che non può restare senza sorveglianza. Ed è per questo motivo che ariva Gideon Lightwood, con la scusa di proseguire gli allenamenti di Sophie avrà anche l'opportunità di sorvegliare l'Istituto.
Ma le sorprese non finiscono qui...si perchè, quando tutti sono ormai usciti in missione, Tessa torna indietro per recuperare il suo angelo meccanico, ma non fa in tempo a raggiungere la sua camera che sorprende Gideon e Sophie in atteggiamenti compromettenti...così non vista decide di non giudicare (anche perché diciamocelo...non è proprio la persona giusta a poter giudicare!) e tornare indietro.
Will, Jem, Charlotte ed Henry giungono al magazzino, luogo dell'incontro, per primi, in modo da poter perlustrare il luogo ed appostarsi per proteggere Tessa e catturare Nate. Nel momento in cui giunge la ragazza c'è l'incontro con il fratello, ma le cose non vanno come previsto, Nate resosi conto dell'inganno riesce a mettere in difficoltà Tessa ed i Cacciatori grazie ad un enorme automa. La ragazza però si trasforma nel fratello stesso e riesce ad ingannare la macchina ordinandogli di catturare Nate, nel frattempo Will la fa esplodere grazie ad un ordigno inventato da Henry. Le cose precipitano. Nate muore senza svelare il nascondiglio del Magister. Will è gravemente ferito ed anche Tessa, ferita alla testa e sopraffatta dagli eventi, sviene.
Entrambi i ragazzi ricevono le cure di fratello Enoch, ma Tessa , sotto shock, rimane priva di sensi. Nel frattempo Will, ripresosi, si reca da Magnus. Il mago riesce ad evocare il demone Marbas il quale confessa che la maledizione scagliata a Will in realtà era solo un inganno. 
All'istituto intanto Tessa di risveglia, mentre Charlotte pensa di dare le dimissioni, ma scopeta da Henry i due finalmente hanno un chiarimento scoprendo di amarsi ed essersi amati sempre...all'improvviso torna Will, un Will cambiato, deciso, ottimista...anche lui contrario a perdere Charlotte e tutti coloro che ama, convince i due a provare a fare qualcosa per stanare Mortmain, l'unica opzione sembra essere quella di smascherare Benedict Lightwood.
Ovviamente le cose non possono andare lisce per Will 😞 mentre lui sta parlando con Charlotte ed Henry...Jem raggiunge Tessa e le chiede di sposarlo e lei che fa?...accetta!
Convocati tutti in riunione per decidere il da farsi con Benedict Lightwood...Sophie confessa la sua relazione con Gideon e mette al corrente gli altri del fatto che Gideon le ha confessato il motivo per cui Mortmain tiene in pugno suo padre...ed il motivo è....SIFILIDE DEMONIACA! AH AH AH 😂 ebbene sì, Benedict ama trastullarsi con i demoni! Per la felicità di Will! E Mortmain lo sta aiutando a rallentare la malattia, con la promessa di guarirlo. Le rivelazioni non finiscono qui...si scopre che la moglie di Benedict si è tagliata le vene perché infettata dal marito! I Cacciatori decidono di andare ad affrontare l'uomo e di minacciarlo di rivelare tutto all'Enclave nella speranza che Lightwood li aiuti a catturare Mortmain. Partono per casa Lightwood Charlotte, Tessa e Will.
Avviene il confronto con Benedict, ma a quanto pare questi non sa dove si trova Mortmain, comunicava con lui attraverso Nate. Scoperta la verità sulla madre Gideon decide di abbandonare il padre ed andare all'istituto con Charlotte. Gabriel invece, incredulo, resta accanto al padre. Di ritorno all'Istituto Will chiede a Tessa di parlare...finalmente le vuole svelare i suoi sentimenti. Ed è proprio ciò che accade. Will racconta tutto a Tessa...la maledizione, la scoperta fatta grazie a Magnus...ed infine si dichiara. Ma Tessa non può far altro che spezzargli il cuore e spezzare il suo di cuore, rivelando il suo fidanzamento con Jem (scena straziante...sigh).
Il giorno della riunione del Consiglio per decidere il destino dell'Istituto e di Charlotte, Benedict appoggia la donna e le sue decisioni. Charlotte viene confermata come direttrice ed in quel momento un'invasione di collettori meccanici fa la sua comparsa al Consiglio. Tess riesce a catturare uno in modo che Henry possa esaminarlo. Finalmente tornati all'istituto i nostri protagonisti sono pronti per la cena e per festeggiare. Durante questi festeggiamenti Jem annuncia il suo fidanzamento con Tessa e Charlotte rivela di aspettare un bambino 😊 (tanta gioia). Ma la festa viene interrotta dall'arrivo improvviso di un ospite inattesa. Si tratta di Cecily, la sorella di Will: "Sono Cecily Herondale. E sono venuta per essere addestrata come Cacciatrice". 

Con questo colpo di scena termina il libro.

LA LETTERA

Voglio lasciarvi un piccolo regalo, so che non tutte le versioni del libro hanno l'inedita lettera che Will scrive a Tessa, come dedica al libro che le lascia fuori dalla porta "Racconto di due città". Nella versione Giunti del libro è riportata sull'ultima pagina, per quelle di voi che non hanno avuto il piacere di leggerla possono cliccare QUI....vi innamorerete una volta di più di Will!

A SPASSO PER LA LONDRA VITTORIANA

La Londra dell’epoca vittoriana, è la Londra di quel lungo periodo della storia inglese in cui il paese venne regnato dalla Regina Vittoria, cioè dal 1837 al 1901 (è la sovrana che ha regnato più a lungo dopo Elisabetta II). L’era vittoriana è simbolo sia di stabilità, espansione commerciale e coloniale e innovazione per l’Inghilterra, ma anche di profonde contraddizioni sociali, psicologiche e culturali. Londra meglio di ogni città rappresenta questa binomio: da una parte fiorivano bellissimi nuovi edifici e quartieri, dall'altra si creavano le baraccopoli dove le persone vivevano in condizioni pessime. È l’era della prima Esposizione Universale, della costruzione della prima metropolitana, della nascita di alcuni dei musei più belli della capitale, della seconda rivoluzione industriale, di Charlotte e Emily Bronte, ma anche dello sfruttamento minorile, della povertà dilagante e dei romanzi-denuncia di Charles Dickens. 
Tanti dei luoghi più simbolici di Londra sono di epoca vittoriana, tra cui il Big Ben, l’House of Parliament e Trafalgar Square. Buckingham Palace, che divenne la residenza ufficiale della monarchia britannica proprio con l’ascesa al trono della Regina Vittoria, e poi il Palazzo di Westminster (o House of Parliament), sede del Parlamento britannico: sebbene la parte più antica della struttura risalga al 1097, il palazzo venne quasi interamente ricostruito nel diciannovesimo secolo, dopo essere stato distrutto dal un incendio nel 1834. Fa parte del complesso anche la Clock Tower, conosciuta da tutti come Big Ben. Procedendo lungo il Tamigi verso Blackfriars Bridge, incontriamo il Victoria Embankement, chiamato così proprio in onore della Regina Vittoria (fu costruito tra il 1865 e il 1870) ed i giardini attigui (i Victoria Embankment Gardens). Rientrando verso l’interno, si arriva a Trafalgar Square, la famosa piazza dedicata al ricordo della Battaglia di Trafalgar in cui la flotta britannica sconfisse la Francia di Napoleone: originariamente sede delle stalle reali, venne rinnovata dall’architetto John Nash all’inizio del 1800 e fu aperta al pubblico nel 1844. Da qua si può proseguire verso Piccadilly Circus, la cui fontana centrale venne eretta nel 1893, e inoltrarsi in Shaftesbury Avenue, la celebre via di teatri costruita proprio in era vittoriana. Anche Tower Bridge è stato costruito in questo periodo – tra il 1886 e il 1894.
Sulle orme di Charles Dickens
Oltre all’omonimo museo situato nel quartiere di Bloomsbury, potete trovare a Londra molti luoghi legati al più rappresentativo degli autori di epoca vittoriana. Iniziate dalla stazione dei treni di Charing Cross, dove un tempo sorgeva la fabbrica in cui Dickens lavorava quando aveva 12 anni, e poi dirigetevi al numero 15 di Buckingham Street, che fu sia una residenza dello scrittore sia la prima abitazione del suo personaggio David Copperfield. Altri luoghi da visitare sono; la Somerset House, dove un tempo lavorava il padre di Dickens; la vicina Fleet Street, dove Dickens iniziò a lavorare come stenografo; il Middle Temple Hall, dove Pip, il protagonista di Great Expectations, viveva; il pub Ye Olde Cheschire Cheese frequentato dallo scrittore; The Old Curiosity Shop in Portsmouth Street, il più grande negozio dedicato oggi a Dickens e che fu aperto quando l’autore era sempre in vita; Waterhouse Square, tra Brooke Street e Leather Lane in High Holborn, dove si trova un busto di Dickens eretto dai fan e Westminster Abbey, dove si trova la tomba dello scrittore.
Non mi resta che lasciarvi alla lettura de La Principessa, troverete il recap dei capitoli dall'1 all'8 il 2 aprile sul blog CHRONICLES OF A BOOKAHOLIC!

mercoledì 22 marzo 2017

W... w... w... Wednesday #40

Rubrica ideata da MizB di ShouldBeReading, partecipare è semplice, basta rispondere a queste 3 semplici domande:
What are you currently reading? Cosa stai leggendo?
What did you recently finish reading? Qual è il libro che hai appena finito?
What do you think you'll read next? Quale sarà la tua prossima lettura?
GOODMORNING READERS!
questo mese sto facendo veramente ma veramente pena...ho avuto un calo esponenziale, da cui spero di riprendermi...in questi ultimi giorni di marzo voglio assolutamente finire i due libri che ho in lettura e leggerne altri 2...ce la farò? Ai posteri la risposta...ma vediamo quali sono i miei propositi per i giorni a venire...

What are you currently reading? Cosa stai leggendo?
Questi sono i due libri che ho in lettura, "Solo l'amore" conto di terminarlo stasera...è breve, e poi devo assolutamente scrivere la mia tappa del Blog Tour dedicato al libro...AIUTOOOO SONO INDIETRO CON TUTTO QUESTO MESE :(
Con "The protector" sono a circa metà...non dovrebbe richiedere molto tempo, è carino...c'è un estremo abuso della parola *c...o* ma ero stata avvertita...
What did you recently finish reading? Qual è il libro che hai appena finito?
Anche questo libro l'ho letto perché sono stata coinvolta nel Blog Tour dedicato, BT a cui ho aderito molto volentieri, spinta dalla trama e dalla copertina del libro, mi ispiravano parecchio entrambe le cose, in realtà poi per me è stato un banale 3 stelline, non brutto, ma nemmeno indimenticabile...

What do you think you'll read next? Quale sarà la tua prossima lettura?
Come accennavo all'inizio devo assolutamente leggere altri 2 libri entro fine mese, per poter portare a termine gli obiettivi delle due challenge a cui mi sto dedicando, quindi come Romance da cui è stato tratto un film voglio leggere "Un giorno" (che è anche uno dei 10 libri che mi sono stati consigliati in QUESTO post)...mentre come raccolta di racconti sono ancora indecisa tra "Il bazar dei brutti sogni" e "Le cronache di Magnus Bane"...voi quale mi consigliate?