domenica 25 ottobre 2015

Recensione: "Resta anche domani" di Gayle Forman

Non ti aspetteresti di sentire anche dopo. Eppure la musica continua a uscire dall'autoradio, attraverso le lamiere fumanti. E Mia continua a sentirla, mentre vede se stessa sul ciglio della strada e i genitori poco più in là, uccisi dall'impatto con il camion. Mia è in coma, ma la sua mente vede, soffre, ragiona e, soprattutto, ricorda. La passione per il violoncello e il sogno di diventare una grande musicista, l'ironia implacabile di Kim e la scazzottata che ha inaugurato la loro amicizia, l'amore di un ragazzo che sta per diventare una rockstar e la prima volta che, tra le sue mani, si è sentita vibrare come un delicato strumento. Ma ricorda anche quello che non troverà al suo risveglio: la tenerezza arruffata di suo padre, la grinta di sua madre, la vivacità del piccolo Teddy, l'emozione di vivere ogni giorno in una famiglia di ex batteristi punk e indomabili femministe. A tanta vita non si può rinunciare. Ma cosa rimane di lei, adesso, per cui valga la pena restare anche domani?

Eccomi qui...anche io a lasciarvi il mio parere su questo libro...
Sono stata attratta da questa lettura dopo averne letto sempre bene in giro per il web...e così, incuriosita dalla storia, ho deciso di leggerla anche io. Beh non posso che unirmi al coro dei parerei positivo. Il libro mi è piaciuto, non è lungo e si legge velocemente...di certo l'argomento trattato non è dei più allegri e so che a questo punto alcuni di voi storceranno il naso....effettivamente cominciano a girare parecchi libri tendenti al tragico...alla malattia, al suicidio... OK, questo di sicuro non è un libro leggero e divertente, è un libro che parla di una ragazza, Mia.
Mia...una ragazza speciale con un dono, la musica...e la fortuna di avere dalla sua una famiglia come ce ne sono poche, una famiglia unita, un fratellino adorabile, una mamma giovane e alla mano, un papà ex batterista, una casa pervasa di musica, amici, amore ed allegria...e poi Adam...l'amore...e ancora Kim la sua migliore amica...finché...

Finché in una mattina di neve, una mattina che doveva essere felice...beh quella mattina cambia tutto. E adesso? Adesso Mia deve decidere se continuare a vivere e combattere oppure se mollare, mollare perché è tutto troppo difficile, troppo doloroso...
Ci troviamo ad essere spettatori, insieme a Mia, di ciò che è successo...di ciò che sta succedendo nella sua vita. Ho adorato la parte in cui lei ricorda...i flashback della sua vita, la nascita della storia con Adam *-* ...e ancora la sua amicizia con Kim! Peccato che tutti questi temi non sino stati approfonditi più di tanto, si perché come dicevo all'inizio il libro è abbastanza corto (250 pagine circa) e purtroppo a farne un po' le spese è stata la storia...a tratti poco approfondita.
Mi sarebbe piaciuto saperne di più dei sentimenti di Mia...di cosa prova a dover assistere impotente a tutto ciò che capita dall'incidente in avanti (sinceramente sembra un po' troppo poco colpita dalla morte della sua famiglia o.O)...mi sarebbe piaciuto conoscere meglio i nonni di Mia, soprattutto il nonno...secondo me potevano uscirne due personaggi molto molto belli...e ancora gli amici dei genitori...e magari anche qualcosa in più su Teddy, sulla musica sulla storia di Adam...
...in pratica la storia mi è piaciuta, ma avrei voluto che alcune parti della storia venissero maggiormente approfondite.
Spero che con il seguito (Resta sempre qui...visto con gli occhi di Adam) alcune lacune vengano colmate...
Tra l'altro subito dopo aver finito il libro mi sono buttata sul PC e ho guardato il film in streaming...merita, è carino e commuovente...non si discosta dal libro, se no per dei minimi particolari.

2 commenti:

  1. Oddio io sto leggendo proprio in questo momento il seguito!

    RispondiElimina